Alpac apre le sue porte e organizza una raccolta viveri a sostegno dei profughi

Stiamo vivendo un momento storico davvero tragico, ci sentiamo impotenti di fronte a ciò che sta accadendo, ma nel nostro piccolo possiamo fare la differenza e ognuno di noi conta.

Alpac mette a disposizione i propri spazi e diventa un punto di raccolta viveri e beni di prima necessità per la popolazione ucraina.

“La nostra azienda si impegna ogni giorno, nel settore in cui operiamo, a costruire un mondo e un futuro migliore – commenta Luciano Dalla Via, Amministratore Unico del Gruppo Alpac. Davanti a questa terribile tragedia umanitaria non possiamo restare indifferenti: nel nostro piccolo abbiamo deciso di agire, mettendoci a disposizione come punto di raccolta nella speranza di portare un po’ di conforto a quanti stanno vivendo l’incubo di questa guerra”.

La raccolta riguarderà sia dipendenti che esterni, mettiamo a disposizione i nostri spazi per chiunque dalla zona industriale di Schio sia comodo a passare da noi.

Informazioni per esterni all’azienda

Dove: Via Lago di Costanza 27, Schio, ingresso principale

Quando: Venerdì 11 marzo dalle 16,00 alle 18,30

 

Cosa raccogliamo: 

Medicine: antidolorifici, antibiotici, calmanti, siringhe, bende e garze, disinfettanti, vario materiale per assistenza medica

Attrezzature: sacchi a pelo, power bank carichi, materassini da campeggio, pile cariche

Igiene: Pannolini, shampoo, sapone, dentifricio, assorbenti e varie per igiene e cura della persona

Cibo: cibo e snacks a lunga conservazione di qualsiasi tipo

 

Tutto ciò che raccoglieremo sarà confluito presso i punti di raccolta gestiti da comuni e volontari di Schio e Thiene per il trasporto in Ucraina.

Insieme possiamo fare tanto.

Grazie a tutti per la partecipazione!

 

 

 

autore
Jessica - Alpac Marketing
Categorie: